LA POLITERMICA soc.coop.r.l.
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button

soluzioni + assistenza

Le novità

Il nuovo libretto per i condizionatori

Dal primo giugno 2014, è obbligatorio essere in possesso del libretto dell’impianto di condizionamento. Di cosa si tratta? È una sorta di carta d’identità del tuo climatizzatore, composta da un serie di schede, che vanno compilate dal tecnico che ti installerà l’impianto, oppure da un altro tecnico abilitato.
Dovrà inoltre contenere la scheda identificativa dell’apparecchio, nella quale andranno riportati la tipologia di intervento, l’ubicazione e la destinazione d’uso dell’immobile, i servizi che soddisfa e l’anagrafica del responsabile d’impianto. Attenzione: il libretto è obbligatorio per qualsiasi tipo di condizionatore, mentre i rapporti di efficienza energetica sono obbligatori solo per i sistemi soggetti a verifiche periodiche, ovvero impianti di condizionamento con potenza maggiore di 12 kw.
Quindi, non esiste una tassa vera e propria da pagare sui climatizzatori, semplicemente tutti gli impianti devono essere dotati di libretto come le caldaie, mentre quelli con potenza maggiore di 12 Kw dovranno produrre rapporti di efficienza energetica, che avranno un costo. Ma tranquillo, la maggior parte degli impianti domestici non supera questa soglia di consumo.

Arriva lo Smart meter gas, il nuovo contatore del gas intelligente

Lo “Smart meter gas” è una versione digitale ed evoluta del contatore del gas, ricco di funzionalità e in grado di fornire precise informazioni di consumo. L’Autorità per l’Energia ha deciso di installarlo al posto dei vecchi contatori meccanici. L’obiettivo è quello di completare il 60% delle sostituzioni entro il 2018. Ad effettuare la sostituzione sarà il distributore senza costi per il cliente.

I vantaggi dello “Smart meter gas”
• Il nuovo contatore consente un monitoraggio in tempo reale dei consumi, un controllo digitale dello stato di apertura e chiusura della valvola ed una consultazione autonoma del registro della curva di prelievo degli ultimi 70 giorni. Sarà possibile avere una puntuale segnalazione delle anomalie, l’indicazione della portata massima ed una precisa conoscenza del punto geografico da cui il gas arriva al contatore grazie al punto di riconsegna (o PdR).
Grazie ai nuovi contatori sarà dunque più facile capire l’andamento dei consumi anche in vista ella scelta del nuovo fornitore nel passaggio al mercato libero.

Contatori elettricità, arriva la seconda generazione: cosa cambia?

Da gennaio di quest’anno è partita la sostituzione di 32 milioni di contatori elettrici di prima generazione, quelli che stati installati prima del 2001 con i nuovi contatori di seconda generazione. Il nuovo contatore è realizzato secondo il d.lgs n. 84/2016 che attua la direttiva europea 32/2014 sull’armonizzazione delle legislazioni relative agli strumenti di misura.
Cosa cambia? Quali sono i vantaggi del contatore di seconda generazione?

In sostanza i nuovi contatori permettono di analizzare nel dettaglio l’andamento dei consumi giornalieri, suddivisi nelle diverse fasce orarie e con i dati di misura rilevati ogni 15 minuti. E’ possibile anche conoscere l’effettiva potenza assorbita in ogni istante della giornata e questo aiuterà a scegliere la “taglia” contrattuale che più si adatta alle effettive esigenze: un importante vantaggio soprattutto per le aziende, in particolare per quelle più “energivore”.
I contatori da sostituire entro la fine dell’anno saranno circa 1,8 milioni; entro il 2020 verranno cambiati quasi 18 milioni di vecchi contatori (5,5 milioni nel 2018, 5,9 nel 2019 e 6 nel 2020) e gli altri 13 milioni 2031.

Il nuovo contatore aiuterà anche nella fase di passaggio al mercato libero dell’energia: monitorando i propri consumi nel dettaglio ogni utente avrà la possibilità di accrescere la sua consapevolezza energetica e, di conseguenza, scegliere le offerte commerciali che si adattano meglio alle proprie necessità.

Come avviene la sostituzione
Cinque giorni prima dell’intervento l’utente verrà avvisato, tramite affissione. Durante l’intervento sarà necessaria una brevissima interruzione dell’energia elettrica. Il cambio del contatore è gratuito e il personale sarà riconoscibile attraverso un tesserino identificativo. Il certificato di conformità del contatore viene inviato direttamente all’utente che ne fa richiesta, chiamando al numero verde 800 085 577.
Rispetto alla tempistica per il cambio di contatore, non ci sono obblighi di legge da rispettare: ogni società distributrice dovrà comunicare sul proprio sito (o anche attraverso una sessione di pubblica presentazione) il proprio piano di sostituzione.

Attestato di Prestazione Energetica APE: cos’è, costo e quando farla

Share by: